My Words, My World

First drafts – A few pages in the large wilderness of the world of writing

L’ultimo treno

Grande amico, grande scrittore.
@dan_ceres

Dan Ceres's Words

treno2

Tutta la gente strana, si ritrova sull’ultimo treno. Delinquenti e vagabondi. Manager stressati e stranieri disoccupati. Occhi aperti, sull’ultimo treno. Quando tutti sono stanchi e soli. E tutti trasmettono un senso di insoddisfazione nei confronti della vita, che li costringe, anche quella sera, a prendere l’ultimo treno. Cammino anche io sull’ultimo treno, che mi riporta a casa dopo una giornata lontano, ancora una volta. Mi guardo attorno, siamo tutti diversi ma così dannatamente simili. Sfortunati noi. Chi lavora è un pendolare triste. Chi non lavora è triste e basta. Persino i drogati e le puttane, diventano parte integrante del gruppo dell’ultimo treno. Perché alla fine, è lui, il treno, ad accomunarci e a farci capire che forse, domani, sarà diverso.

View original post

Advertisements

Single Post Navigation

3 thoughts on “L’ultimo treno

  1. Great piece of writing. The last train, bus, tram, whatever is always apart, on the edge, as if every passenger, and even the driver knows that after this, there’s nothing. They are the dregs of the day. Maybe tomorrow will be different.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: